MENU

Wake me up at | Lympstone Manor, Devon (uk)

Marzo 10, 2020

Ormai quando viaggiamo non abbiamo più semplicemente bisogno di una stanza di hotel dove appoggiare la valigia e trascorrere qualche ora di sonno. O meglio, in alcune occasioni questo ci basta ed in quel frangente un hotel vale l’altro.
Sempre più spesso però quando pianifichiamo una vacanza o un viaggio le strutture dove decidiamo di soggiornare fanno parte dell’esperienza globale che resterà nei nostri ricordi.

Lympston Manor, in Devon, è una di quelle gemme rare in grado di trasformare la permanenza in un sogno.

Dimora georgiana originariamente costruita e ricostruita dai Barings intorno al 1760, gioiello della corona nel Devon orientale a causa della sua posizione dominante sull’estuario dell’Exe, è stata rinnovata e riqualificata da Michael Caines raggiungendo un nuovo splendore nel 2017.

Micheal, uno degli chef più famosi della Gran Bretagna, è stato titolare di due stelle Michelin per 18 anni consecutivi ed ora, a soli sei mesi dall’apertura, ha ricevuto la prima stella Michelin per Lympstone Manor.

Sulla mappa lo trovo…

In prossimità della foce del fiume Exe, vicino alla costa del Devon in Inghilterra.


Il dettaglio che lo rende unico e’…

La forte volontà del patron Micheal Caines di creare qualcosa di unico che raggiungesse i massimi livelli sotto tutti i punti di vista ha portato questa struttura allo splendore.

Non solo un bell’hotel, non solo una buona cucina.
Tutto l’insieme delle caratteristiche e dei dettagli che si ritrovano a Lympstone Manor lo rendono destinazione perfetta in grado di soddisfare le necessità degli ospiti con eleganza.


Se mi affaccio vedo…

Il panorama di cui si gode affacciandosi alle finestre delle camere, dalle vetrate del ristorante o del bar o passeggiando sotto il portico è quello dell’estuario dell’Exe.

Cambia di stagione in stagione. D’estate popolato da barche e amanti del kite-surf, d’inverno torna in pieno possesso della natura e della fauna locale che abita l’ecosistema.
In questa stagione regnano tranquillità e qualche tratto di malinconia dati dal cielo grigio e dal vento stridente, che forse rendono il tutto ancora più affasciante ed emozionale.

In quest’area, sotto controllo del Devon Wildlife Trust, trova casa una delle popolazioni di uccelli più ricche e varie di tutto il paese che, in continuo movimento, migra qui per nutrirsi.
Ecco perché in ogni stanza gli ospiti trovano a loro disposizione un paio di binocoli.
L’avvistamento immersi nella comodità della propria camera diventa un piccolo lusso, divertente e rilassante.

La fauna locale si estende ad altre specie oltre ai volatiti: foche grigie e delfini sono avvistati al largo della costa regolarmente.


Le stanze…

Le 21 stanze e suite sono tutte diverse l’una dall’altra e, invece di essere numerate, ognuna prende il nome di una specie di uccello che popola l’estuario dell’Exe: Heron, Greenfinch…

Alcune con balcone altre con accesso ad un giardino privato, in ognuna si ritrovano i dettagli che fanno di questa struttura una perla dell’accoglienza.

In materia di accoglienza al giorno d’oggi si parla di vero lusso quando estetica, design e materiali pregiati riescono ad essere impiegati in reali soluzioni di comfort.
Quando l’ospite riesce trovare facilmente tutto ciò gli occorra durante la permanenza, e anche di più.
Quando si capisce che chi ha progettato spazi ed ambienti l’ha fatto con la consapevolezza di chi è esso stesso viaggiatore.
Conoscendo le reali necessità che si presentano durante un soggiorno in un hotel e durante una vacanza, e dando a tali necessità risposte sono solo funzionali ma trasformandole in piccoli piaceri.

Nelle stanze del Lympstone Manor non sono solo le vasche vintage dorate e la frutta all’accoglienza ad impressionare.
Il riscaldamento a pavimento nella zona bagno fuori dalla doccia, phon e piastra Ghd messi a disposizione, il necessaire per preparare un gin tonic comodamente in camera, il servizio della buona notte, i cuscini da cui è difficile staccarsi ed i prodotti da bagno di ottima qualità sono alcuni degli elementi che fanno davvero la differenza.


A colazione…

La colazione viene servita nelle sale del ristorante.
Offre un buffet dov’è presentata elegantemente la selezione di proposte fredde, come lamponi freschi e cereali, ed al tavolo un menù a la carte per i piatti cucinati.

Il porridge con banane e sciroppo d’acero, per gli amanti, è sicuramente un’ottima scelta.


Se non ho voglia di uscire posso…

Ci sono tre sale da pranzo dove poter gustare i piatti della cucina stellata di Micheal Caines, ognuna arredata in modo diverso e con un diverso nome legato alla vista sul panorama circostante.
Qui i piatti creati dalla maestria di Micheal vengono preparati con prodotti freschi e ingredienti locali, scelti da fornitori selezionati in ottica di sostenibilità.
Ovviamente ogni stagione il menù si rinnova a seconda delle disponibilità.

Nel pomeriggio è possibile gustare il Devon Afternoon Tea, che differisce dal classico inglese per alcuni dettagli come la lavorazione della clotted cream. Ogni prodotto è preparato fresco quotidianamente dagli chef.

Una passeggiata tra le vigne di proprietà, sogno di Micheal nato fin dalla prima visita al Manor e trasformatosi in realtà nel 2018, quando nella terra rossa del Devon sono state piantate le prime viti.

Esplorare la collezione d’arte. In tutto l’hotel le pareti sono decorate con opere di artisti locali molto apprezzati in collaborazione con FineArt@ e vengono aggiornate periodicamente, così come nei giardini sono presenti sculture.

 

CHIUDI