Skip to content

ChicNeverland


Scozia on the road: le tappe di un viaggio all’inseguimento di panorami mozzafiato #OMGB

Scozia on the road: le tappe di un viaggio all’inseguimento di panorami mozzafiato #OMGB

Dieci tappe panoramiche dal mio viaggio in Scozia on the road

Pensare alla Scozia per me ha sempre voluto dire pensare a panorami sconfinati delimitati da pennellate di verde e blu ed a territori dove la natura regna sovrana mentre l’uomo è solo un ospite, la partecipazione alla campagna ufficiale #OMGB di Visit Britain me ne ha dato la conferma permettendomi di vivere un viaggio in Scozia on the Road alla scoperta di scenari incredibili.

Gli itinerari possibili in questo paese dalle mille sfaccettature sono sicuramente innumerevoli.
Con questo post non solo mi piacerebbe coinvolgervi a livello emozionale, mi piacerebbe anche dimostrarvi che le tappe del mio viaggio possono essere delle ottime scelte attorno a cui costruire un programma.

Come intendo farlo? Attraverso i panorami mozzafiato che io e Roberta, mia partner per una settimana, abbiamo potuto ammirare estasiate durante il nostro viaggio in Scozia on the road con partenza da Edimburgo.

Prima tappa: Luss, Loch Lomond

Partendo da Edimburgo in macchina Loch Lomond ed il piccolo villaggio medievale di Luss, che giace sulle sue sponde, sono raggiungibili in circa due ore di guida tranquilla. Pian piano ci si allontana dalla città e dalle zone residenziali fino a raggiungere il Trossachs National Park, uno dei Parchi Nazionali della Gran Bretagna.

“Camminare tra le case in pietra lungo la stradina che attraversa Luss fino a raggiungere il pontile sul lago, immersa nel silenzio interrotto solamente dalle urla dei gabbiani, mi ha portata indietro nel tempo facendomi sentire in un luogo lontano da tutto.”

Bevi, mangia, dormi, fai shopping:

  • – Una tappa al Luss General Store è inevitabile. Non sarà difficile trovarlo ed appena scorgerete le vetrine capirete perché valeva la pena cercarlo. Accessori in tessuto per la cucina con stampe di anatroccoli o cerbiatti, conserve locali e biscotti scozzesi, cappelli con piume e tazze in ceramica, tutto vi chiederà di essere portato a casa con voi.
  • – Non serve essere affamati per apprezzare una sosta al Loch Lomond Arm Hotel, una locanda dallo spirito scozzese con caminetti, menù curato ed ovviamente prodotti locali. Ho provato il salmone con patate, mele e creme fraiche e lo ordinerei altre cento volte.

visitare i laghi della scozia tappe viaggio in scozia loch lomond tappa del viaggio in scozia on the roadluss general store shopping nelle highlandsviaggio in scozia dove fermarsi

Seconda Tappa: Glencoe

Riprendendo l’auto e proseguendo per il nostro viaggio in Scozia on the road la seconda tappa scenografica è stata la valle di Glencoe. Non avremmo potuto tirar dritto davanti allo spettacolo aspro ed incontaminato di questo luogo, zona perfetta per arrampicate e camminate. Qui sono state girate anche alcune scene del film di James Bond Skyfall.
“La strada ha cominciato leggermente a salire ed incurvarsi, le nuvole infittendosi minacciose donavano un’aria drammatica alla brughiera. Pendii ai lati si ergevano sempre più alti fino a farsi toccare dalla neve. Ad un certo punto sulla sinistra una casetta in lontananza, con una luce accesa di fianco alla porta. Il freddo e la sottile grandine non ci hanno fermate, dovevamo immortalarla, dovevamo sentire nelle orecchie il sibilo del vento gelato. E ne è valsa la pena.”

Bevi, mangia, dormi, fai shopping:

  • Dormire in un castello scozzese è sicuramente un’esperienza unica. Lungo il tragitto, a solo mezz’oretta di guida dallo scenario di Glencoe, si trova Inverlochy Castle. Le sale e gli scaloni vi proietteranno dentro ad una favola, oppure ad un film in costume. Risalente al diciannovesimo secolo si trova immerso in un contesto naturalistico incredibile. Vi potrebbe bastare se vi dicessi che dalla nostra finestra si vedevano boschi, laghi e pecore e che per colazione ho mangiato il porridge brulè più buono della mia vita? Ma ve ne parlerò meglio più avanti.

viaggio on the road in scozia visitare la scozia viaggio in scozia on the road scozia on the road itinerario scozia itinerari consigliati per un viaggio on the road scozia itinerari consigliati ecco cosa vedere itinerari scozia on the road: glencoe

Terza Tappa: il Glenfinnan Viaduct

Anche in questo caso si tratta di una pausa breve dove fermarsi per ammirare uno scorcio incredibile durante il vostro viaggio in Scozia on the road.
Il Viadotto di Glenfinnan ha una presenza scenica non indifferente con le sue arcate in pietra alte più di 100 piedi ed il tracciato che curva, d’estate permette il passaggio di un treno a vapore. Ma forse inconsciamente l’avete già visto, forse ve lo ricordate nella scena del secondo film della saga di Harry Potter mentre l’Hogwarts Express riporta i maghetti a scuola.

viadotto glenfinnan scozia cosa vedere in scozia: glenfinnan viaduct di harry potter

Quarta tappa: Eilean Donan Castle

Inutile spiegarvi a parole il perché di questa tappa, il castello di Eilean Donan è uno dei più conosciuti della Scozia ed arrivando in auto costeggiando la sequenza di laghi che lo precedono l’impressione è proprio quella di essere stati catapultati in un’altra epoca. Si trova esattamente nel punto in cui tre laghi confluiscono e da qui si intravede l’Isola di Skye poco distante.

“Il riflesso nell’acqua durante la giornata di sole splendente in cui abbiamo raggiunto questo luogo sembrava un dipinto, davvero emozionante camminare sul ponte e pensare a quante storie quelle pietre abbiano visto e vissuto.”

cosa vedere in scozia: il castello di eilean donan scozia on the road cosa vedere visitare i castelli in scozia in un viaggio on the road

Quinta tappa: Skye Bridge

Le tappe che stiamo trattando si possono percorrere all’interno della stessa giornata. Questo ponte collega l’Isola di Skye alla terraferma a Nord, vale la pena fare una sosta veloce per ammirare i paesini di pescatori da entrambi i lati ed il faro, quasi al di sotto del ponte stesso.

“Dopo averlo superato nel pomeriggio mentre eravamo dirette verso la parte opposta dell’isola, l’abbiamo percorso al contrario al rientro ed un meraviglioso tramonto rosato ci ha colte di sorpresa. Ancora una volta senza fiato, ancora una volta persa tra cielo e mare nel silenzio della sera.”

ponte isola di skye

Sesta tappa: Neist Point

Non sarebbe un viaggio in Scozia on the road se non ci fossero tratti di strada impervi da seguire spostando lo sguardo da destra a sinistra per lo stupore di visuali sconosciute. Così è stato per raggiungere Neist Point, la punta più ad ovest dell’Isola di Skye su cui, tra rocce e pendii che sembrano di velluto verde, sorge uno dei fari più famosi.

“A questo punto ci troviamo nel cuore delle Highlands, i luoghi più emozionanti in assoluto di questo viaggio. Il paesaggio ai bordi della strada sull’Isola di Skye ha qualcosa di selvaggio ed al tempo stesso bellissimo. L’orizzonte si estende prima verso il mare e poi sale arrampicandosi su pendii rocciosi. Prati verdi con pecore dai musi buffi si alternano a piccoli gruppi di case dai tetti spioventi. Il silenzio regna sovrano, anzi mi correggo il rumore del vento fa da colonna sonora. E Neist Point, infine, spezza il fiato nei polmoni per la sua bellezza.”

faro di neist point in scozia scozia itinerari consigliati nelle highlands scozia on the road itinerari viaggio nelle highlands itinerario neist point sull'isola di skye tappe e itinerario in scozia neist point famoso faro in scoziamucche scozzesi coo isola di skye, tappa del viaggio in scozia cosa vedere in scozia

Settima tappa: Plockton

A conclusione di questa giornata ricca di tappe e soste diverse tra loro, ognuna a modo suo incredibile, è possibile raggiungere Plockton per la notte. Un villaggio di pescatori piccolo e caratteristico che offre uno dei paesaggi più pittoreschi.

“Siamo arrivate con il buio ma la mattina seguente fuori dalla finestra affacciata sul porticciolo le prime luci dell’alba ed il sibilo del vento del nord mi hanno fatto sentire davvero nel cuore della Scozia. Ho immaginato storie di pescatori e barche mosse dalle onde. Un’emozione unica.”

Bevi, mangia, dormi, fai shopping:

  • – È possibile fermarsi a dormire al Plockton Hotel, un piccolo albergo a conduzione familiare che offre anche colazione scozzese ed un pub per la sera.
  • – Una cena locale, non solo per i prodotti ma anche per i commensali: al The Shore si trovano pesce e zuppe, crostacei della zona ma anche carne e dolci deliziosi. Da provare in questa zona i molluschi pescati nei dintorni dell’Isola di Skye.

visitare plockton nelle highlandsscozia itinerari nelle highlands visitare plockton

Ottava tappa: Lochness e Urquhart

La prima associazione mentale che si ha quando si parla di Scozia è senza dubbio il mostro di Lochness ed il relativo lago dove, narrano le leggende, stia rintanato da centinaia di anni.
Sono convinta che ogni storia abbia in sé qualcosa di veritiero anche se a noi non è capitato di avvistare Nessie nei flutti delle acque. Senza dubbio la profondità del lago ed il suo colore scuro provocano una sensazione strana in chi naviga sulla sua superficie, un po’ di pelle d’oca pensando a cosa si può celare lì sotto.

Sulle sponde di Lochness giacciono le rovine del Castello di Urquhart che si possono visitare arrivando direttamente in auto oppure attraverso la mini crociera che, con biglietto apposito, provvede a lasciare i passeggeri al castello tornando a prenderli dopo un’ora.

Sono stata contenta di vedere con i miei occhi un luogo di cui tanto ho sentito parlare. La giornata grigia e la pioggia battente hanno reso difficile l’escursione ma, contemporaneamente, è così che immaginavo il clima scozzese e non mi sarei aspettata nulla di diverso da questo luogo.

visitare il lago di lochness e castello di Urquhart

Nona tappa: Pitlochry

Siamo passate attraverso Pitlochry lungo la strada del rientro. Viene considerato uno dei paesi più caratteristici delle Highlands e posso confermare che si tratta di una piccola perla da visitare. Se avete già letto i miei post relativi alle Cotswolds sapete quanto sia innamorata dei piccoli villaggi con casette che sembrano uscite dai libri di Hansel e Gretel. Qui lo scenario è pittoresco ed una passeggiata sulla via principale è d’obbligo, magari per gustare una buona fetta di torta.

Bevi, mangia, dormi, fai shopping:

  • – Trascorrete una notte nella cittadina di Inverness, pulsante e dinamico centro delle Highlands. Il nostro soggiorno presso il Kingsmill Hotel è stato delizioso.
  • – Un po’ di shopping a base di prodotti locali? Da House of Bruar è possibile trovare il migliore tartan, così come cashmere di ottima fattura e gastronomia da leccarsi i baffi fino al rientro in patria. Scones, biscotti al burro, toffe per gli amanti dei dolci ma anche specialità salate per tutti i palati.
  • – Se capitate a Pitlochry per l’ora del tea, Hettie’s Tearoom vi accoglierà a braccia aperte con porcellane fiorate mix and match, scones e clotted cream.

villaggi da visitare in scozia tappe di viaggio nelle highlands on the road cosa vedere nelle highlands itinerario on the road in scozia

Decima tappa: Una vista su Edimburgo dalla Calton Hill

Il viaggio in Scozia on the road è iniziato e terminato ad Edimburgo, città che ho visto per la prima volta in questa occasione e che offre moltissimi spunti da tutti i punti di vista. Per quanto riguarda le visuali sicuramente una delle più suggestive è quella dalla cima della Calton Hill che consente di arrivare con lo sguardo fino al mare.
Vi parlerò più approfonditamente di Edimburgo in un prossimo post.

Bevi, mangia, dormi, fai shopping:

  • – Senza svelarvi troppo, poiché lo farò prossimamente, se vi fermate ad Edimburgo suggerisco come appoggio l’Hotel Radisson Blu oppure il The Glasshouse Hotel, entrambi nel cuore della città e dotati di tutti i comfort.

vista su edimburgo dalla calton hill

 

Come ogni volta, l’unica nota negativa è dover tornare a casa. Ci sono ancora molti posti che non ho visto, chissà di riuscire ad organizzare presto un altro viaggio in Scozia on the road.