Pensare che fino a qualche anno fa non ci credevo fino in fondo.
Di cosa sto parlando? Mi riferisco ai gesti di skin care quotidiana.
Ero convinta che fosse tutto sopravvalutato, un modo come un altro per farci acquistare prodotti su prodotti.

Poi ho iniziato quasi per gioco a provare creme e detergenti, e da lì il cambiamento.

La mia pelle, faccio riferimento a quella del viso ovviamente, oltre ad essere sensibile riporta le caratteristiche del tipo misto con presenza di pori dilatati nella zona T.
Da sempre quindi ho sofferto di piccoli problemi, come ad esempio la tendenza a diventare lucida sotto il make up.

Dopo qualche anno in cui ho cambiato prodotti, steso creme più o meno adatte e trovato soluzioni più o meno permanenti, finalmente credo di avere trovato una routine giusta per queste problematiche.

Poiché siamo in molte a soffrirne, ho pensato di condividere con voi passaggi e prodotti con cui mi trovo bene in questo momento.

Routine quotidiana di skin care per pelli miste: la mia

Innanzi tutto è importante la detersione.

So che ogni rivista o sito specializzato lo dice, ma non posso che unirmi al coro.

È importante per ogni tipo di pelle, per la nostra con presenza di pori dilatati ancora di più.
Se non si pulisce a fondo, rimuovendo giornalmente ogni traccia di make up e sebo, di rischia di occludere i pori.

Ecco che nascono così i punti neri, la grana diventa imperfetta e l’effetto oleoso si presenta più facilmente.

Cosa faccio la mattina

  • Per preparare la pelle al makeup lavo il viso con un detergente apposito.
    Mi trovo molto bene con Checks and balances di Origins, ma uso anche altri prodotti di Sephora e Glam Glow.
    Mi accerto sempre che sia per pelli delicate e ne alterno 2/3 a seconda del periodo.
  • Il secondo passaggio è quello del tonico. Mi accerto che abbia proprietà purificanti e astringenti.
    Attualmente utilizzo United State di Origins alternato ad uno Caudalie della linea Vinopure.

Cosa faccio la sera

  • Dopo aver rimosso il make up con acqua micellare lavo il viso con un detergente apposito (utilizzo gli stessi della mattina).

Una buona alternativa all’acqua micellare è il latte detergente: ho provato il Comfort Milk di Corpolibero, scoperto grazie alla beauty box Abiby.

Il secondo passaggio: creme e idratazione

Cosa faccio la mattina

Di mattina il viso va preparato al makeup.
Nel mio caso, la pelle tende a lucidarsi in fretta sotto fondotinta ed altri prodotti, ecco perché ha bisogno di una crema opacizzante.

Ne ho provate molte e per ora la soluzione migliore che ho trovato, quella che mi da risultati visibili, è il trattamento Caudalie Vinopure. Quindi:

  • Stendo il siero, ed aspetto si assorba;
  • Passo la crema idratante, sempre aspettando che la pelle torni asciutta;
  • Finisco con un primer opacizzante. In questo periodo utilizzo Prep + Prime di Mac Cosmetics.

Cosa faccio la sera

I prodotti per regolarizzare la pelle mista/grassa che vi ho indicato sono così efficaci con il mio tipo di pelle la sera ho bisogno di idratazione. Altrimenti rischio di incorrere le problema opposto.
Ecco quindi che dopo la detersione:

  • Stendo un siero anti macchia.
    Anche se sono giovane e ancora non soffro di problematiche di questo tipo, preferisco prevenire che curare.
  • Stendo una crema idratante, magari contro i primi segni dell’età. Mi trovo molto bene attualmente con Creme de La Mer.

Step finale: la cipria

Non si tratta di skin care, ma è un passaggio che chi ha la nostra tipologia di pelle non può trascurare.

Dopo aver realizzato il make up, sia che si tratti solo di una base con tocco di mascara sia che si tratti di un trucco elaborato, mai dimenticare la cipria.

Benefit mi sta dando grandi soddisfazioni in questo periodo, ho acquistato The Pore-Fessional e l’effetto è super.


Un consiglio per trovare il proprio rituale personale

Il percorso per arrivare a questo rituale è stato lungo e tortuoso, pieno di fallimenti.
Sicuramente ci saranno cambiamenti nel prossimo futuro, perché la pelle tende ad abituarsi così come ogni parte del nostro organismo.
Potrebbe quindi succedere che tutto ciò non funzioni più così bene come in questo momento.

Un ottimo modo per avere la possibilità di provare nuovi prodotti periodicamente potrebbe essere quello di iscriversi ad un servizio mensile di beauty box come quello proposto da Abiby.itche ho avuto la possibilità di provare e che, appunto, mi ha fatto scoprire latte detergente e tonico Corpolibero.
L’abbonamento semestrale costa solo 24,90€ al mese ed i prodotti sono sempre selezionati tra brand ricercati e molto in voga all’estero – vale la pena provare!


E voi che routine seguite? Sono curiosa!

RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

DO U WANT LOVE LETTERS?
Iscriviti e ricevi una dose settimanale di scintillio direttamente nel tuo inbox!
Niente spam, promesso.