[:it]#TheInvisibleKitchen: la cucina invisibile ed interattiva di Miele[:]

[:it]

La cucina del futuro di Miele: invisibile ed interattiva

Negli ultimi anni, anche grazie anche alla televisione ed ai nuovi modi di comunicare attraverso i social media, è semplice notare come un gran numero di persone si sia avvicinato sempre di più al mondo della cucina ed a tutto ciò che sta prima, dopo e durante la preparazione dei cibi, io faccio parte di questo vasto gruppo e scoprire assieme a Miele quella che sarà la cucina del futuro è stato davvero interessante.

Fino a qualche anno fa mai si sarebbe pensato di poter scegliere tra così tanti programmi televisivi a tema food, nè di poter mostrare in diretta agli amici quello che si sta mangiando al ristorante o si sta preparando nella propria cucina. Condividere live è invece diventata la normalità, le tantissime proposte di piatti e cucine dei ristoranti che aprono nelle nostre città sono bellissime opportunità di sperimentare e l’attenzione per le materie prime, la salute ed il modo di preparare i cibi sono un perfetto campo di sperimentazione.

La cucina del futuro, quella pensata da Miele, non poteva non accorgersi di tutti questi cambiamenti ed evolversi insieme a noi ed alle nostre necessità, ecco perchè quando sono stata invitata a scoprire l’installazione #TheInvisibleKitchen durante il Fuorisalone 2016, nei pressi dell’Emporio 31 in zona Tortona Milano, ho accettato volentieri con gran curiosità.

Arrivata allo spazio dedicato a #TheInvisibleKitchen sono stata coinvolta in un’esperienza multisensoriale. Un anello sospeso nel buio, su cui è stata installata una cucina circolare, ospita uno chef ed una dimostrazione (ripetuta ciclicamente) di circa 15 minuti in grado di illustrare tutti i processi della preparazione di diversi piatti ed i modi in cui la cucina del futuro ci verrà in soccorso.

L’era della cognizione, quella in cui la smart technology ci viene in aiuto in modo da non bruciare più una torta. Nuovi sistemi permettono di monitorare le cotture, le temperature, i processi fino riuscire a dare consigli su ingredienti, sulla loro freschezza, sui modi di abbinarli, riuscendo a limitare al minimo gli sprechi. Tutto diventa touch tanto che allo sportello del forno non serve più una maniglia.

Come dico sempre non ho particolari conoscenze nel campo della cucina, però ne sono affascinata, mi piace sperimentare, creare e senza dubbio sono una forte sostenitrice delle novità. Ecco perchè The Invisible Kitchen di Miele mi ha stimolata ed incuriosita, poterla provare per realizzare qualcuna delle mie semplici ricette sarebbe sicuramente una bellissima esperienza.

installazione The Invisible Kitchen di Miele per il Fuorisalone 2016 cucina del futuro presentata da Miele durante il fuorisalone 2016 come sarà la cucina del futuro secondo Miele

Articolo realizzato in collaborazione con Brandfan

[:]

RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

DO U WANT LOVE LETTERS?
Iscriviti e ricevi una dose settimanale di scintillio direttamente nel tuo inbox! Inoltre ogni venerdì è #FridayIsBeautyFull: contenuti inediti a tema beauty.
Niente spam, promesso.