Skip to content

ChicNeverland


Introduzione alle Cotswolds: la campagna inglese di cui è facile innamorarsi

Introduzione alle Cotswolds: la campagna inglese di cui è facile innamorarsi

Una leggera trama di nebbia calata su prati ed alberi e l’aria frizzante ad invogliarmi a stringere il maglione tricot in un abbraccio, il silenzio avvolgente ed il cinguettio degli uccelli nella ghiacciata alba dalle sfumature rosa di gennaio, il tepore del fuoco scoppiettante acceso di fianco al tavolo per la colazione, queste sono solo alcune emozioni figurate che hanno fatto parte del nostro viaggio nella campagna inglese.

Lavorando a questo progetto insieme a Roberta, ci siamo più volte imbattute in fotografie di paesaggi e villaggi che poco a poco hanno incrementato la nostra fantasia fino a decidere che il luogo perfetto per vivere le nostre aspettative sarebbe stato proprio quello in cui giacciono le Costwolds.

Dove sono le Cotswolds: campagna inglese ad un’ora e mezza da Londra

È più semplice immedesimarsi in una situazione quando mentalmente si riesce a geolocalizzarsi, a sapere di cosa si sta parlando e dove ci si trova. Ecco perché come primo step ci tenevo a dirvi che questa zona fatta di morbide colline e campi, costellata da cottage, chiesette e tea room si trova ad Ovest di Londra. Si estende per 800 miglia quadrate ed è facilmente raggiungibile con auto o treno in circa un’ora e mezza dalla città. Ma dei dettagli su come organizzare il vostro viaggio in autonomia vi parlerò approfonditamente più avanti.

Cosa aspettarsi dalla campagna inglese delle Cotswolds

Aspettatevi esattamente ciò che la vostra fantasia vi consente di sognare. L’immaginario alimentato da film e libri, da quelle voci narranti che parlano di grandi magioni con giardini segreti, di porcellane a fiori e tè bollente, di villaggi in pietra color miele e stradine silenziose non si discosta di un millimetro dalla realtà in cui ci siamo trovate a vivere i nostri quattro giorni di viaggio.

Guidando lungo le strette strade di campagna tra un campo di pecore ed un’altro è stato facile scorgere imponenti edifici, le finestre illuminate mi hanno fatto sperare di vedere personaggi in costume fare capolino. Le locande in cui abbiamo dormito sembravano uscite da un libro di Tolkien e vedere il pub che ha dato ispirazione allo scrittore è stata un’esperienza unica. L’interno del cottage della nostra guida invece sembrava più simile ad un racconto di Harry Potter. Più o meno ciò che ti aspetti di trovare nell’intimità di una casa di campagna inglese. Ovvero sale con carta da parati decorata, quadretti di gatti ed altri animali da giardino, moquette ed un grande camino, divani con cuscini altissimi che letteralmente ti fanno sprofondare, scalini stretti ed alti accoppiati a soffitti bassi che costringono a piegare la schiena per salire.

I negozietti nei villaggi sono caratteristici, non si trovano catene low cost ma invece è possibile fare shopping di biscotti al burro e lemon curd, magari se siete fortunati anche un paio di Hunter da indossare insieme ad una giacca di lana cotta per portare il cagnolino a fare due passi.

Guardando i cottage è normale chiedersi se siano abitati da qualche personaggio Disney, dai fratelli Grimm o da Beatrix Potter, a volte lungo le finestre a veranda affacciate sulla strada è anche possibile notare file di oggettini in ceramica dipinta, un po’ kitsch ma tanto British.

Insomma aspettatevi ciò che vorreste aspettarvi.

Quando visitare le Cotwsolds

Il nostro viaggio nelle Cotswolds ha avuto luogo in gennaio, quindi nel clou del periodo invernale. Il clima che ci si è presentato è stato in grado di evidenziare esattamente il lato che volevamo vivere e raccontare. Temperature basse ed un tocco di nebbia bagnata hanno fatto da sfondo durante le visite ai cottage, le passeggiate per le strade in ciottoli, durante i pomeriggi alla ricerca di una Tea Room dove finalmente rifugiarsi ed assaggiare cream tea e scones.

Per ogni stagione le Cotswolds sono in grado di offrire un’ambientazione differente ed unica. Primavera ed estate infatti sono lussureggianti e rigogliose, i fiori sbocciano ad ogni angolo, le rose nei giardini, mille colori diversi prendono il sopravvento dipingendo tutto come fosse un quadro. Le giornate si fanno lunghe e consentono altrettanto lunghe passeggiate nella campagna, magari concludendo con una cena, seduti nel dehor di una locanda sotto mille lucine bianche.

In autunno i colori cambiano ancora, gli alberi si tingono di sfumature rosse e gialle durante il foliage, così come le edere e tutte le piante rampicanti avvinghiate alle pietre degli edifici, portando le loro calde tonalità non solo tra prati e boschi ma anche per le vie dei villaggi. Le temperature cominciano ad abbassarsi di nuovo ed il desiderio di cercare un caminetto vicino cui sedersi per un pasto o un tè pomeridiano torna a farsi sentire.

Nei prossimi post vi spiegherò nel dettaglio come organizzare un viaggio nella campagna inglese in autonomia, come organizzare una fuga di un paio di giorni semplice e guidata ed infine vi racconterò di un posto speciale che ho conosciuto in questa zona.

Intanto sogno di prenotare di nuovo per l’estate, magari riuscendo a vedere le rose.


foto di un cottage inglese paesaggio di campagna inglese cosa aspettarsi da un viaggio nella campagna inglese Tetbury è considerata la capitale delle Cotswolds nella campagna Inglese villaggio nella campagna inglese nella zona delle Cotswolds quando partire per la campagna inglese foto della campagna inglese case di campagna inglese: i cottages dove andare per scoprire la campagna inglese campagna inglese in inverno: una foto di Bourton-on-the-Water atmosfera nella campagna inglese viaggio nella campagna inglese alla scoperta delle cotswolds viaggio nella campagna inglese

1 comment

  • Daniela

    febbraio 24, 2017

    le foto bellissime! il posto davvero incantevole 🙂

Lascia un commento